All posts filed under: Secondi

Nido (e Giardino fiorito di V. Varese)

La scelta del nido è stata lunga e complessa, per fortuna mi ero portata avanti, cominciando le ricerche online che ancora non ero incinta. Del resto lavorando così lontana da casa, avevo bisogno di un posto che rispondesse ad esigenze piuttosto complesse e che di certo non chiudesse alle 16.30 (e mi piacerebbe capire che cavolo se ne fanno le persone dei nidi che chiudono a quell’ora, non lo sanno che per tenersi un posto di lavoro oggi si esce dall’ufficio a mezzanotte?!). Alla fine, ormai vicina al parto, capito quasi per caso in questa ludoteca vicino casa, dove mi mostrano per prima cosa ‘il bosco’, un grande salone pieno di enormi ed allegri alberi artificiali, una gigantesca piscina di palline alla quale manca giusto il trampolino da 3 metri, e poi le classi, pulitissime ed impeccabili, ma ricolme di giocattoli e tappetoni colorati. Chiedo di visitare i bagni, dove minuscoli wc rosa e azzurri risplendono uno di fianco all’altro e sui fasciatoi in legno naturale stanno impilati pannolini in puro cotone, creme idratanti e …

Boeuf Bourguignon e regali di compleanno

Una sera tornando a casa ho trovato sul bancone della cucina la miniatura della pentola che avevo chiesto al Pollo per il mio compleanno. Era di un colore indefinibile tra il viola ed il marrone e della marca sbagliata (Staub vs Le Creuset). Inoltre, non era il mio compleanno, perchè mancavano 5 giorni. Fra mi ha detto che su Amazon c’era solo quel modello, che era arrivata e aveva pensato di darmela subito e che non l’aveva incartata perchè non è bravo a fare i pacchetti. Ho trattenuto a stento le lacrime, chiedendomi cosa avrei potuto cuocere il quel pesantissimo e minuscolo tegamino. Mi sa che il mio lui ha afferrato, perchè il giorno dopo il pentolino è tornato diretto da  Amazon (spese di spedizione omaggio). Il giorno dopo racconto l’accaduto alle mie ‘collegamiche’, sempre indecisa tra il sorriso e le lacrime e molto rassegnata a non ricevere il regalo (l’anno scorso era stata la volta del’Igrill), tanto meno la pentola del film Julie & Julia così desiderata (ma anche tanto, tanto costosa). Passa il …

Pollo per pollo (arrosto)

La convivenza è ormai ufficialmente iniziata (possiamo dire ufficialmente, perchè ufficiosamente è da un bel pezzo che mi ritrovo il pollo davanti a qualunque ora, cercante biscotti, chiuso per ore in bagno…mmm, oppure guardante la TV con aria concentratissima). La maggior parte delle sue cose hanno trovato posto in casa, più o meno posti ragionevoli, a parte le scarpe che attualmente fungono da scarpiera alle mie (46 vs 37) e a parte 26 camicie che non venivano stirate da almeno 7 mesi e che sto piano piano lavando – erano talmente stropicciate che non sarei riuscita a raddrizzarle nemmeno sedendomici sopra col mio sederino (ino..). Credo che per stirarle ingaggerò SuperGiosy, la signora che da anni mi aiuta in casa quel paio d’ore alla settimana e che sicuramente lo farebbe meglio e più velocemente di me che al solo guardarle vengo presa da spasmi. Senza contare che, patti chiari, amicizia lunga: 26 camicie!? Io già lavoro 10 ore al giorno, viaggio fino all’ufficio (che è il mio secondo lavoro) cucino e bado alla magione!!!   …

Roastbeef (e intervista)

Scomparsa.. chiedo scusa a tutti. Ma ho fatto bene ad aspettare oggi per aggiornare il blog. Vi racconto: oggi pomeriggio la mia super capa mi ha detto che alle 18.15 avrei dovuto sostenere un’intervista telefonica, per raccontare della presenza della nostra Fondazione al Salone del Gusto. L’agenzia di PR prepara un file con le cose che avrei dovuto dire (primo grave errore) e  decido di fare l’intervista da casa. Alle 18.05 ero bloccata in tangenziale col terrore che la giornalista mi chiamasse con lo strombazzare dei Tir in sottofondo. Alle 18.09 non trovavo parcheggio, col terrore che la giornalista mi chiamasse nel bel mezzo delle mie quotidiane imprecazioni in merito alla ricerca di un posto letto per la macchina. Alle 18.15 chiamo il numero della redazione e mi risponde che mi avrebbe richiamata a breve. Ottimo, il tempo di posare la borsa e… mi richiama (no, è la nonna: Emmarrina… ma da quanto tempo! Ennoncisei mai a casa! Eccommustai?). Sbolognata in un secondo la nonna, mi chiama la giornalista.  A questo punto la mia classica …

Riunione condominiale e Totani (e Totani per Condomini).

<<Signori qui riuniti, 16 su 60 famiglie – ma i grandi, gli irriducibili siamo noi (siamo noi, siamo noi! cori da stadio vari) – possiamo finalmente affrontare il problema più importante?!>> Penso a varie cose: non avere il posto per le bici in un cortile di 1000 mq, gli scarafaggi che se torni tardi la sera, nel suddetto giardino, ti sgridano, il fatto di abitare (e pagare le spese) in un palazzo ”signorile” dove però c’è tanfo di pattume per le scale, le spese troppo alte?  Olè, ne va bene una di queste a caso. <<Signori irriducibili, vogliamo finalmente parlare del CITOFONO!?>> Boati e applausi ammirati. E io penso: e perchè del citofono? E’ l’unica cosa che funzioni qui e che io non debba pagare. Non crea problemi, suona quando deve, ha tutti i nomi e cognomi scritti uguali a chiare lettere… perchè il povero citofono? << Signori, è sotto i nostri occhi… il citofono non si può guardare!>>. Ma perchè? Perchè, mi chiedo? <<Il citofono, miei cari, va cambiato e subito, perchè credo che …

Lenticchie semplici, week-end complesso

Week-end lunghissimo, difficile da riassumere nelle 20 righe che mi concedo solitamente, per non annoiarvi. A Roma per lavoro, per il Taste. Vorrei dichiarare qui che ho pranzato con Sigrid e che rifarei tutto solo per potermi ritrovare a chiacchierare con lei, della cui semplicità, secondo me, potrebbero rendersi conto in pochi guardando le sue ricette e foto perfette e i libri pubblicati, di cui l’ultimo  da pochissimi giorni (io non sono ancora riuscita ad averlo, ma appena lo avrò acquistato, vi dirò di cosa si tratta… molto divertenti sono stati i racconti dell’autrice sulla realizzazione della copertina). Il Taste di per se stesso mi ha deluso quasi da tutti i punti di vista e comunque me lo sono goduta poco, sempre a far PR e sempre a far la guardia allo stand aziendale per il quale mi trovavo all’evento. Se non fosse stato per Nadia, credo che le rogne di lavoro e i problemi logistici mi avrebbero distrutta. Questa simpaticissima donna, cui sono legata per motivi di lavoro da molti anni, non solo mi …

Tonno di coniglio o Coniglio di tonno? Questo è il problema!

Questa ricetta l’ho tenuta in serbo per tantissimo tempo perchè mi avevano detto di non raccontare niente a nessuno (pena la vita, credo). Ma sono passati mesi e adesso mi sento autorizzata a raccontare il lato, naturalmente comico, del fatto. Mi preparo tutta eccitata per presentare una ricetta per le selezioni di un noto programma televisivo sulla cucina, incredula che mi avessero contattata. Programmo meticolosamente il da farsi nei 6 giorni a disposizione, poi una serie di contrattempi infiniti mi costringono a cambiare idea sulla preparazione meno di 24 ore prima. Io me la cavo meglio con i dolci, credo, ma il tempo a disposizione alla fine è stato talmente poco, che ho ripiegato sul salato. Bloccata in ufficio per due sere di fila, una coda infinita in tangenziale (arrivata a Milano dopo il lavoro che mancavano solo due giorni, trovo persino l’Esselunga ormai chiusa), la ricetta pianificata introvabile, un accidenti di foglio che avrà fatto casa-ufficio nella mia borsa per giorni, per poi sparire al momento buono. Per farla breve mi rifugio nel Tonno …