All posts tagged: ricetta dei macarons

Piccoli coni al rum, cioccolato bianco e ribes (e dialogo con amica)

M: ‘Secondo te perché siamo single? ‘S: ‘Non saprei, forse perchè non troviamo qualcuno che ci piaccia davvero e che ci faccia innamorare. Non è mica una cosa semplice, non capita necessariamente a tutti’  M: ‘Già, sicuramente non capita a noi’ S: ‘Si, ma è solo perché non lo vogliamo veramente’ M: ‘Dici? A me non pare di avere particolari preclusioni, ma sarà pure come dici tu…’ S: ‘Non mi sembri convinta. Scusa, analizziamo bene la cosa: siamo carine, abbiamo un lavoro, un minimo di cultura generale, siamo aperte, abbiamo viaggiato, abbiamo delle passioni. Tu sai pure cucinare! Cosa c’è che non va in noi? Non sarà mica il carattere, no!?’ M: ‘Mmm… Hai ragione tu, Sele, in noi va tutto benissimo, è solo che preferiamo stare da sole, al momento, che poi non è affatto male!’. S: ‘Vabbè Mari, parliamo di scarpe…’ PICCOLI CONI AL RUM, RIBES E CIOCCOLATO BIANCO 150 gr di cioccolato extra fondente 100 gr di cioccolato bianco 2/3 cucchiai di panna da montare 2 rametti di ribes 2/3 cucchiai di rum …

La ricetta dei macarons (con elogio all’ordine e al disordine)

IL DISORDINE Ho visto una mia amica che si è appena separata dal fidanzato/convivente. Diceva che l’ex le manca, ma che lui non manca alla sua vita, in pratica la sua vita resta in ordine anche senza che il fidanzato ne faccia più parte. Devo dire innanzitutto che l’assenza di un compagno ha creato un gran disordine nella mia esistenza: la casa è incasinta (per forza, non ci sono mai e quindi non riordino mai); le mie giornate sono caotiche (rientro, mi strucco, mi ritrucco ed esco oppure non rientro e corro direttamente a tennis, o a bourlesque, o in palestra). Faccio un milione di cose, che per fortuna è bello fare oppure molto utile, anche se meno gradevole (certo, parlo della palestra). Cosa non ho più? Non ho più la casa in perfetto ordine, non ho più serate piene e rilassanti per il solo fatto di essere arrivata a sera (che credetemi, non è male), non  posso più pensare, guardando la mia vita dall’esterno: lavoro – ok, ce l’ho;  fidanzato – ok, ce l’ho; …