Secondi
Comments 25

Tonno di coniglio o Coniglio di tonno? Questo è il problema!

Questa ricetta l’ho tenuta in serbo per tantissimo tempo perchè mi avevano detto di non raccontare niente a nessuno (pena la vita, credo). Ma sono passati mesi e adesso mi sento autorizzata a raccontare il lato, naturalmente comico, del fatto. Mi preparo tutta eccitata per presentare una ricetta per le selezioni di un noto programma televisivo sulla cucina, incredula che mi avessero contattata. Programmo meticolosamente il da farsi nei 6 giorni a disposizione, poi una serie di contrattempi infiniti mi costringono a cambiare idea sulla preparazione meno di 24 ore prima. Io me la cavo meglio con i dolci, credo, ma il tempo a disposizione alla fine è stato talmente poco, che ho ripiegato sul salato. Bloccata in ufficio per due sere di fila, una coda infinita in tangenziale (arrivata a Milano dopo il lavoro che mancavano solo due giorni, trovo persino l’Esselunga ormai chiusa), la ricetta pianificata introvabile, un accidenti di foglio che avrà fatto casa-ufficio nella mia borsa per giorni, per poi sparire al momento buono. Per farla breve mi rifugio nel Tonno di coniglio, ottima ricetta imparata ad un corso di cucina. La sera prima del provino avevo pianificato una mega cena con amici in partenza per il viaggio di nozze (sono un genio, lo so, ma come facevo a non salutarli?) e il giorno dopo sono arrivata al provino distrutta dalla stanchezza, dal vino, dopo il brusco risveglio alle 6 di mattina per organizzare la micro-sportina. Una giornata sotto al sole, il terrore che il coniglio facesse la muffa dopo lo scioglimento del ghiacciolo salva-vivande, un feroce male alla testa, la prima telefonata con la suocera (che ha pensato fossi in coda per un provino da velina) e infine mi trovo davanti allo chef esaminatore. Lui mi chiede: ‘Cosa ci hai portato?’ E io: ‘Un Coniglio di tonno! Ma sa, deve macerare due giorni, io l’ho preparato troppo tardi.’ Sorrisone (mio, non suo).

TONNO DI CONIGLIO

1 coniglio a pezzi (circa 1 kg)

3 coste di sedano

3 carote

1 cipolla

4 spicchi di aglio

2 foglie di alloro

1 grosso ciuffo di salvia

1 rametto di rosmarino

1 dl di vino bianco secco

4 dl di olio extravergine di oliva

sale, pepe in grani, 3 chiodi di garofano

Mettere in acqua fredda il sedano, la carota, la cipolla, qualche foglia di salvia, il rosmarino, l’alloro, il vino e portare tutto ad ebollizione. Aggiungere il coniglio e insaporire con il sale, una decina di grani di pepe e i chiodi di garofano. Lessare a fiamma moderata per un’ora. Togliere la pentola dal fuoco e lasciare raffreddare il coniglio nel suo brodo. Disossare i pezzi di coniglio, cercando di ottenere dei pezzettini di media grandezza, come grossi bocconi. In una terrina mettere metà della carne, uno strato di foglie di salvia, spicchi di aglio, sale, grani di pepe, olio, quindi l’altra metà della carne e un secondo strato di odori. Irrorare di un buon olio di oliva extravergine in modo che la carne sia ben coperta e lasciare il coniglio in infusione almeno 1 o 2 giorni in frigorifero. Al momento di servire, sgocciolare il coniglio e servirlo con una insalatina condita con l’olio della marinatura. Io ho guarnito con salsine di peperoni gialli e rossi e delle foglie di songino.

Ps. il brodo si può usare per risotti e zuppe!

Annunci

25 Comments

  1. sei sempre insuperabile… e non ho mai saputo come sia andata poi la cosa: che domande ti hanno fatto? erano più interessati alal tua vita privata.. o no?!

  2. sei sempre insuperabile… e non ho mai saputo come sia andata poi la cosa: che domande ti hanno fatto? erano più interessati alla tua vita privata.. o no?!

  3. IO me la ricordo come una giornata dallo psicanalista, ma alla fine mi ero divertita!
    Questo piatto è bellissimo!!!

  4. Ciao Mary! mi piace tantissimo questa ricetta, pensi si possa conservare in barattolo tipo conserva? bella anche la presentazione…ma alla fine non ci hai detto se allo chef è piaciuta! dai, racconta!

  5. Il bello è che, nell’enfasi del post, è passato quasi inosservato l’utilizzo da parte tua del termine “suocera”

    :D

  6. No scusa…ma è un post a puntate? E come è finita!! Sono curiosisssssisima!! E andrà in onda?
    Il tonno di coniglio l’ho visto sul blog di un’amica e già lì mi aveva colpito molto, penso che lo rifarò anche io anche se forse è più un piatto estivo (e qui a Milano sta scendendo il diluvio). ciaoooo

  7. stella says

    Mi fai morire, come sempre, quindi se ne parli deduco che non ti hanno presa, non sanno cosa si perdono :-)

  8. sono sicura che è andata a finire benissimo, poi ha un aspetto davvero divino, di quelli che mi aspetterei di trovare ad un 3 stelle michelin!
    Baci

  9. Questa del provino è veramente meravigliosa… però, pure tu, potevi andare a fare il provino per Velina: sai che risate?!

    Per quanto riguarda il coniglio di tonno o tonno di coniglio, l’ho assaggiato l’anno scorso per la prima volta e me ne sono innamorata, e cercavo una ricetta attendibile, e ora CELO!!!

    Bacioni, carissima!

  10. Ormai te l’hanno chiesto tutti…. ma come è andata a finire??? e di che provino si trattava?? ci vuoi tenere tutti sulle spine!!

    cmq l’idea del coniglio di tonno (o tonno di coniglio?) è davvero geniale! :)

  11. Ahahaahahahah sei una grande! :D Ho capito il programma in questione ma voglio sapere come è andata e voglio sapere chi è lo chef perché se è quello che adoro (no, non quello che adorano tutte) svengo! Volevo partecipare ma hanno pensato bene di non filarmi proprio nemmeno per il provino ahahahahah :D Un bacione e complimenti, secondo me si sono leccati i baffi ;)

  12. Non puoi lasciarci così!!! :) Vogliamo sapere!!
    Conosco il piatto, mai assaggiato però!!! Che sia la volta buona?????
    Un bacione grande!!!!

  13. Ciao Mary, ho trovato il tuo blog attraverso quello di Valentina (My taste for food) e ti trovo simpaticissima nonché bravissima. Quindi ti toccherà vedere i miei commenti sul tuo blog perché mi aggiungo ai tuoi lettori fissi ^_^ Ti auguro un buon fine settimana

  14. Mi unisco al coro che chiede di conoscere gli sviluppi del fatto!!!
    Aspettiamo!!!
    Intanto però ti faccio i complimenti per la ricetta!
    Bellissima!

  15. eguardoilmondodalmioblog says

    Grazie mille per essere passata a trovarmi !
    Sto cercando di diventare vegetariana, quindi per me non è esattamente la ricetta ad hoc ma apprezzo molto la presentazione ;)

  16. Il racconto è strepitoso come sempre…sulla ricetta, ahimè, questa volta devo passare: in famiglia abbiamo un coniglietto nano dolcissimo che amiamo più che mai..per questo abbiamo smesso tutti di mangiare coniglio ;-)

  17. Fantastica sia la ricetta che il racconto della tua presentazione ^_^
    Mi piace molto il tuo sito. A presto

  18. Ciao!! Innanzi tutto grazie della tua visita e del tuo delizioso commento. A parte il genialissimo nome del tuo blog…adoro!! la tua cucina e foto non hanno nulla da invidiare alle mie, credimi. Mi piace il tuo lavoro, anche di scrittura :-)
    verrò spesso a trovarti
    Ele

  19. Ahahah fantastica! E il video della suddetta trasmissione? E l’esito? In foto devo ammetterlo, è splendido. Coniglio o tonno che sia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...