Primi
Comments 20

Rosette di pasta (e scoprire il bello del superficiale)

E poi è arrivata l’illuminazione. Da ‘pause’ passo a ‘stop’. Qui non se ne può proprio più di pensare, di cercare, di chiedersi e di aspettare. Qui c’è una gran voglia di prendere tutto quello che viene offerto senza farsi troppi scrupoli morali. Alla domanda ‘è una cosa seria’ vorrei rispondere senza abbassare la testa, ma con un vigoroso no con scossa orizzontale di frangetta (e magari aggiungendo un bel sorrisone). Adesso non si pensi che abbia preso il sopravvento Lily la tigresse, ma anche la parte Suoraccia di me ha bisogno di una bella vacanza alle Maldive (no, altrimenti la seguo, diciamo in Tibet a scoprire le antiche tradizioni, ecco). Qui c’è voglia di vita e di smettere di avere fretta di inseguire chissà quale sogno di stabilità. Per la prima volta mi rendo davvero conto di come questa inaspettata libertà potrebbe risultare appagante smettendo di considerarla una ‘condizione minore’. La minorata single si è trasformata nella libera sorridente, anche se sarebbe stato meglio nella single maggiorata.. ma forse a quel punto avrei risolto molti problemi e non avrei nemmeno più un blog… mmm, questa forse è una considerazione un po’ sottile, nella sua superficialità. Comunque l’elogio non è tanto alla ‘superficialità’, quanto alla ricchezza che la superficialità stessa può offrire nei casi in cui la profondità se ne sia andata in Tibet a meditare, senza intenzione alcuna di fare rientro.

Ma la vita, si sa, è imprevedibile. 

ROSETTE DI PASTA CON NOCI E BACON

1 confezione di pasta per lasagne (io la ho preparata in casa con 300 gr di farina e 3 uova, ma non è obbligatorio)

100 gr di bacon in fettine sottili

100 gr di noci

100 gr di parmigiano o grana

1 spicchio di aglio

1/2 bicchiere di olio d’oliva

60/70 gr di robiola

latte q.b

sale, pepe

panna fresca da cucina

Ho preparato il pesto alle noci tritandole nel frullatore insieme a mezzo spicchio di aglio e mischiando poi il tutto con una buona parte del formaggio grattugiato. Ho allungato il tutto con l’olio, aggiunto lentamente. A questo punto a mio avviso va un po’ a gusti, io allungo sempre i pesti con del formaggio leggero o con del latte, fino a raggiungere la consistenza desiderata e alla fine aggiusto di sale.  Per questa ricetta la corposità del pesto deve essere una buona via di mezzo, certamente non troppo liquido. Prendere adesso la pasta tirata e dividerla in rettangoli lunghi e larghi una quindicina di cm. Cospargere ogni foglio di pasta di pesto e arrotolarlo su se stesso. Tagliare poi ogni rotolino alto circa 2/3 cm. Posizionare i rotolini in una teglia con la parte ‘aperta’ verso l’alto. Una volta pronta tutta la teglia, infilare nel centro esatto di ogni rotolino un pezzettino di bacon, in modo che il rosa della carne resti in vista. Aggiungere un po’ di panna liquida, il giusto perchè rivesta il fondo della teglia di un paio di millimetri. Cospargere di grana e infornare a 180° per 30 minuti. La parte superiore dei rotolini risulterà molto croccante, forse troppo. La prossima volta credo che spennellerò le fette di pasta con un po’ di latte prima di spalmarle con la salsa di noci, vediamo se andrà meglio… c’è da dire che il risultato estetico è stupendo. Grazie Enza, che a Natale ci hai stupito con effetti speciali. Adesso voglio vedere le foto di Paola e Ste che ripetono con grembiule di Gucci :)

Annunci

20 Comments

  1. ah le donne single… che grande risorsa e che fantastica energia esplosiva. un bacio

  2. mmmm… questo è un buon propostio, BUONO, per l’anno che inizia. Mo’ stiamo a vedere se sei tanto brava da tenervi fede! E sappi io ti “curo”, come swi dice nel gergo di quelli che sorvegliano ;)
    E la pasta è troppo bella, non l’ho mai fatta e mi tenti molto
    Un bacio!

  3. Io voglio sapere: ma come ti vengono??? :) bellissimo piatto e quanto al Tibet… Speriamo ci sia molto da meditare, che la vita è troppo breve per essere Suore ;) bacioni

  4. Sono le stesse riflessioni che fà la mia amica collega separata :-) ed ora è serena e felice!
    Belle queste rosette di pasta, molto originale la tua presentazione!
    Felice anno nuovo!

  5. Che bello questo piatto, mi ispira tanto. Secondo me è una riflessione fondamentale iniziare a vedere una condizione di vita come un’opportunità e non come un handicap. può permettere di ribaltare l’approccio e gustarsi un po’ la vita. Un bacione!!!

  6. Pensare positivo….sempre!
    E’ un pò il mantra che mi ripeto sempre io, pessimistissima di natura.
    Queste rosette sono davvero un inizio niente male……….
    Un bacione tesoro

  7. ..si carissima, ti ho citata e scusami ma oggi quando ho pubblicato ero di corsa e poi unavolta rientrata stasera mi sono diementicata di dirtelo ;)
    Dieta?!? ma brava, BRAVA!

  8. ….sulla parte della maggiorata aprirei un dibattito…ahahhhahaahahha! Splendide riflessioni e altrettanto meravigliose le ricette che posti! Abbiamo qualcosa in comune: le tovagliette bordeaux!!!!!! Un bacioneeeeeeeee

  9. Anche io sto tentando di convincermi, a forza di uscite con gli amici, di abbordaggi improbabili subiti (ecco, almeno un abbordaggio decente -magari da parte di una persona che non mi susciti un finto sorriso di circostanza) e di training autogeno (e training esterno da parte dei suddetti amici, che mi spingono a fare cose che da sola non farei), che questa condizione ha i suoi vantaggi… se i vantaggi portassero da qualche parte di concreto (e io un obiettivo concreto avrei pure da proporlo, ecco) sarei ancora più contenta..

    Detto ciò, invece le tue rosette di pasta mi ispirano assai… soprattutto (e non solo) per il condimento a base di pesto di noci, che amo da impazzire (vogliamo parlare dei ravioli di borragine liguri conditi col suddetto pesto?!)

  10. Brava Mari!!
    Come si suol dire meglio soli che male accompagnati e la fretta è spesso cattiva consigliera :-)

    Un abbraccio

  11. Belle ‘ste rosette di pasta!

    Quanto alla superficialità, in questo periodo non me ne dispiacerebbe un po’…

  12. ti leggo positiva e mi fa piacere, un po’ di leggerezza è sempre benvenuta in questo periodo :-D
    la pasta mi piace tantissimo, molto gustosa e invitante! ciao!

  13. vivi il ‘qui ed ora’ poi si vedrà!
    ottime le rosette di pasta, stai diventando più sofisticata anche nelle presentazioni :)
    buona settimana

  14. Mi fai morì quando “filosofeggi” in questo modo :) Un pizzico di leggerezza non può che starci bene ma soprattutto mi fa piacere leggerti “sorridente”. In quanto al “libera”…come si dice…meglio soli che mal accompagnati. C’è un tempo per tutto ;)
    Deliziose le tue roselline di pasta, idea gustosa e di gran bell’effetto in tavola. Mi sa che ne approfitto :) Un bacione, buona settimana

  15. Ma ciao ciccia!!!
    Eccomi tornata, dopo il mio letargo..beh queste roselline me le segno al seguito delle altre tue ricette che volevo provare, come le chips di polenta…geniali! :-)
    Riguardo al resto .. non vorrei fare quella che arriva dal Tibet circondata da nubi di incenso.. ma leggendo il tuo post mi è venuta in mente una frase che avevo letto tempo fa: “è solo quando lasci andare ciò a cui sei attaccato che crei lo spazio perchè il nuovo si manifesti”….perciò vai di scossa di frangetta!!
    Bacioooo!

  16. Ciao cara!!! Bellissime queste roselline, molto molto originali e d’effetto. E’ proprio vero che ci vuole un po’ di leggerezza ogni tanto ;-) e vediamo come viene questa vita!
    Un bacio grande
    Camy

  17. antosave says

    Ciao Bella, ti scrivo perchè ho conosciuto il tuo blog per caso tempo fa, ti lasciai anche un commento;)
    Da allora non ho mai smesso di leggerti e ho passato il link a tutte le mie amiche del circolo e seguiamo sempre le tue avventure:) Sei davvero mitica:) il problema è che possiamo seguire solo quelle (e ingrassare facendo dolci) perchè siamo tutte vegetariane e le tue ricette (tranne i dolci) contengono spesso o pesce o carne:) Volevo suggerirti: che ne diresti di fare una sezione “cruelty free” ?:)

    un abbraccio colmo di stima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...