Torte e biscotti
Comments 31

Baldacchini e tortini

Ieri sera sono andata all’Ikea a fare un giretto, avevo una trentina di minuti liberi prima di raggiungere degli amici per cena. In una trentina di minuti non sono riuscita a combinare nessun casino e a parte un set 3 di coltelli in ceramica (spero che taglino almeno come i coltelli normali, non ho grandi aspettative), ho acquistato solo delle tende. Le desideravo per completare il mio letto a baldacchino, che ho sempre lasciato bianco, high tech e spoglio, totalmente priva dell’ispirazione necessaria per dargli un tocco ‘giapponeseggiante’. Stasera pregustavo il ritorno a casa per mettermi al lavoro e creare un magico effetto minimal chic nella mia camera da letto, bianca, high tech e spoglia, con teli bianchi e viola leggeri e impalpabili. 1° errore: non immaginavo che per infilare le tende nelle riloghe del baldacchino fosse necessario praticamente smontarlo. 2° errore: non immaginavo, nemmeno lontamente, che le tende fossero lunghe 3,30 metri (potevo arrivarci, trattandosi di tende da finestra, ma niente).  Mi sono trovata, oltre che molto indispettita, arrotolata nelle tende, con Tabata che le tirava da un lato e Sushi dall’altro, dopo aver  provato per un’ora ad arricciarle, a stenderle, ad avvolgerle elegantemente, a unirle, separarle. Le bastarde restavano sempre lunghe 3,30 m e adesso la camera, oltre che spoglia, ha pure il letto smontato. E tutte ste tende stropicciate dove le metto adesso!?

TORTINI/TRANCETTI ALLA MARMELLATA DI FRAGOLE

(da Regali Golosi di Sigrid Verbert)

250 gr di farina

250 gr di zucchero

240 gr di burro

2 tuorli

1 cucchiaio di lievito per dolci

estratto di vaniglia

300 gr di marmellata (io ho usato quella alle fragole)

1 pizzico di sale

Mescolare farina, lievito. Lavorare il burro morbido insieme allo zucchero, fino ad ottenere una crema chiara. Incorporare i tuorli e l’estratto di vaniglia e infine il sale. Impastare velocemente fino ad ottenere una frolla, che sarà molto molle. Mettere metà dell’impasto in frigo a riposare e la parte restante nel congelatore (Sigrid dice per 15 minuti, ma a me ne sono serviti 30 abbondanti). Stendere la metà del primo impasto in una tortiera quadrata o rettangolare ben imburrata e infarinata (santa cartaforno!), lo spessore dovrà essere di 6/7 mm. Forare la base e ricoprirla di marmellata. Prendere l’impasto congelato e grattuggiarlo sulla marmellata, coprendo bene il tutto e cercando di distribuire le scaglie di frolla in modo uniforme. Infornare e cuocere per 30/35 min in forno a 170°. Lasciar raffreddare e poi tagliare la torta a cubetti, ottenendo dei tortini.


Advertisements

31 Comments

  1. Io ho il baldacchino da due anni e trovare le tende adatte è stata un’impresa titanica!!! Ti capisco!! Ma ora mi piace da morire e mai lo cambierei!!!
    Fammi sapere se i coltelli tagliano bene!!!! ;-)
    I tuoi trancetti sono meravigliosi!!!!!!
    Felicissimo fine settimana!!!!

  2. Mi duole dirtelo, ma credo che le tue nuove tende, per quanto le maneggerai, saranno sempre lunghe 3 m e 30 cm.. certo, si possono sempre tagliare! ;)
    Puoi sempre utilizzarle come arma, e lasciarle in terra, così gli ospiti indesiderati ci si inciamperanno e rimarranno ko.. ok, era per trovare un utilizzo, ma non credo sia fondamentale :P

    Le tue tortine mi piacciono moltissimo.. hanno quell’aria da sbrisolona ripiena alla quale non so dire di no.. e le osservo da “Regali Golosi” dall’altro Natale, e ancora non le ho fatte… pessima, proprio pessima!

    Buon week-end!

  3. Che barba! Ma ti tocca tagliarle adesso? Le tende a me stancano presto: appena le scelgo mi sembrano “la fine del mondo”, poi dopo due giorni già non le sopporto più! Chissà perchè! Naturalmente mi riferisco a quelle per le finestre perchè non ho il letto a baldacchino.
    Che belle le tue tortine! Me le regali?
    Bacione!

  4. Ma cara tagliale!! Vedrai che ci vorrà meno di quanto pensi, e presto avrai il tuo splendido letto a baldacchino!! Ti frego un trancetto per merenda! ^_* Curiosa la grattuggiatura di frolla congelata!
    Bacioooooo!

  5. Non afrmi pensare alle tende che sudo freddo! Sono una frana in questo tipo di lavoretti. Me la caverei meglio con quei trancetti, soprattutto a spazzolarli via :D! Li ho adocchiati anch’io sul libro di Sigrid, i tuoi sono splendidi. Un bacione, buona domenica

  6. Ciaoooo sei troppo divertente, lasciatelo dire, ora poi a pensarti con le tende arrotolate ed il letto così combinato!!!
    A presto Ornella.

  7. carinissimo il tuo blog! ottimi i tuoi trancetti e per le tende, anyway…io , che sono una ikea addicted :-), per la mia ex casa le avevo lasciate lunghe raccolte con (finta) nonchalance a terra….très chic! a prestissimo. complimenti per foto e…tutto.

  8. Ed eccomi come promesso domenica!!vado a leggere i primi post! un abbraccio! E quando torno a milano faccio un salto in piazza Piola! ;)

  9. Delizioso il tuo blog, proprio come te. Curioso un po’ e ti mando un abbraccio!!!

  10. Lo dico sempre, io odio l’ikea!! Ma non per questioni consumistiche e moralistiche, ma perchè non c’è mai verso che di ritorno a casa da un viaggio all’ikea le cose vadano lisce!!Maiii!
    Buoni i trancetti!

  11. …sono per terra dal ridere.. e se non sto attenta mi arrotolo pure nelle mie tende, ‘ché la sedia dove sono seduta al PC è proprio davanti alla tenta del soggiorno :DDD!
    e le tue tortine, cavoli, sono buonissime ma un vero attentato al “polistirolo”!!!

  12. Ciaoooo!! :))) é stato un piacere anche per me conoscerti e scambiare due chiacchiere! :))
    Spero di rincontrarti presto, adoro perdermi nelle librerie quindi se ne conosci qualcuna di particolarmente bella proponi pure io ci sarò!! :)

    Un abbraccio e splendidi questi trancetti! ;)

    Vevi :)

  13. ciao Marina!!!!!!! Eccomi qua a trovarti…e che bello il tuo blog, una rivelazione straordinaria.
    Non puoi farci dei nodi in fondo (alle tende, intendo, eheheheh!) in maniera molto chic?!, in modo da accorciarle a misura? Forse però…3,30 mt sono davvero un pò tanti…Ottime tortine, ne prendo una e scappo! Buona settimana!!!

  14. ahah quel set di coltelli è lo stesso che aspetta da mesi di essere inaugurato..attende ogni volta invano un piatto degno di sè :)

  15. Io sapevo che i coltelli in ceramica tagliassero anche più di quelli normali :-/

  16. Mariangela says

    Ciao Mari,
    non parlarmi dell’Ikea che tutte le volte che ci vado esco sempre con il borsone blu pieno di aggeggi non sempre utili!!
    Che buone le tue tortine!!
    Un baciotto

  17. Io ho uno scomparto dell’armadio dedicato alle tente ikea, comprate e mai attaccate, Cmq le uso spesso come tovaglie! Consolati con i trancetti che sembrano deliziosi…

  18. Ciao carissima!
    L’ikea fa sempre questo effetto io tutte le volte che ci vado vorrei comprare divani e tende! Però poi non so accorciarle, e allora finisco per coprare solo copricuscini e bicchieri!bah!! facci sapere se poi tagliano i coltelli!
    Ottimi i tuoi dolcetti!!

    Un abbraccio

    Susy

  19. chissà se riesco a raggiungerti… ti ho scritto un paio di email e mi sono tornate indietro…
    ho fatto l’iscrizione al tuo blog via email… e sei stato troppo forte per quello che hai scritto nel modulo della conferma… NOn so a cosa serve… :) troppo carina.
    Da me trovi quasi esclusivamente ricette semplici! E possibilmente anche fattibili in poco tempo…
    Per le tende… posso dirti che ti ho vista avvolta nei tendoni ikea? :)
    Un bacione
    ciao
    Ale

  20. che bello il baldacchino!! io lo volevo ma poi non l’ho preso e per avvolgermi in una tenda avevo preso una struttura tipo così http://www.ikea.com/it/it/catalog/products/44361010/ non ti dico il mio gatto….ci passava le giornate arrotalata in mezzo.. alla fine l’ho lasciato solo perchè piaceva a lei :) (ps.. aspetto la tua ricettina!! ) notte

  21. Della serie ‘ho citato il titolo del libro perché sono una persona per bene ma non fatemi dire ne di chi è ne dove si trova e sopratutto non linkiamo nulla’… complimenti e grazie! :-)

  22. Il ‘complimenti e grazie’ sarà ironico?!

    Bè, adesso il libro è tracciabile, non credevo davvero contasse un link sul mio sputacchio di blog (adesso mi sento molto importante :) , ma d’ora in avanti starò più attenta a queste cose.

  23. Pingback: 7 links project (e ricordi, alcuni belli altri storti) « Chat à poche

  24. ..ma il very mini dialogo non è leggibile qui? Perché sai, sono troppo curiosa!
    Poi ti dirò: è talmente famosa Sigrid, anche tra i no-blogger, che non avrei pensato fosse indispensabile linkare O_°!
    Cmq la storia delel tende mi ha fatto di nuovo ridereeee una cifra!
    E non ti rpeoccupare che il blog non può mica restare a marcire… no, Cresce sempre un pochino ;)
    notte!

  25. Miiiii ma come se la mena? Se faccio una cosa di Montersino non linko mica la sua pagina del blog e la fama è quasi la stessa, quindi… Ma nome e cognome e titolo del libro lo hai aggiunto tu, giusto? non basta essendo un libro PUBBLICO acquistabile in libreria e non un semplice blog di cucina? Mah scusa la polemica

  26. ho sentito che sta bacchettando molti che non citano in modo adeguato, ma per favore!!! Come se non bastasse essere felici che ci si ispiri alle tue ricette.

  27. Anche io da principio ci sono rimasta male, ma poi c’è stato un chiarimento. Vi assicuro che è stata molto carina e di gran spirito, non solo, mi è sembrata una persona molto diretta e alla mano. Credo e spero voi sappiate che io scrivo solo quello che penso (e mi succede), pure troppo! Non voglio certo difendere nessuno, nemmeno la blogger più importante di Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...