Secondi
Comments 23

Bourlesque (e Straccetti di pollo al pesto di zucchine)

Esatto: bourlesque. Ritenevo potesse essere uno sport (sport?!) molto adatto a me e ideale soprattuto per darmi qualche gratificazione e una buona dose di divertimento. La verità è che mi sono presentata alla lezione di prova stanchissima e con la faccia annullata da 10 ore di ufficio e 2 di traffico, instabile sul tacco 12 e poco preparata all’esperienza. (Amy Winehouse non avrebbe mai fatto bourlesque, è un chiaro segno). Già, perchè di fronte alla richiesta di comunicare a se stesse tutto il nostro amore (per le stesse medesime) davanti ad un specchio, sono stata colta da panico ed immobilismo. Può anche darsi che io mi voglia bene, ma non al punto di abbracciarmi da sola! Le altre, imperterrite, si facevano un sacco di complimenti gestuali. Le cose sono due: o il bourlesque non fa per me oppure mi odio dato che non sono riuscita a comunicare il mio amore per me in nessuno straccio di modo. Mi guardavo e pensavo ad un ipotetico corso di basket. Ripetendomi che non cercherò mai di comunicare ad un uomo quanto io mi piaccia veramente sfilandomi un guanto languidamente per una ventina di minuti circa (ragazze, fanno 20 minuti per braccio), mi sono detta che non ho nessun bisogno di comunicare a nessun uomo che io mi piaccia veramente. Mi sono anche ripromessa di capire se e quanto io mi piaccia davvero e nonostante l’esordio sia stato drammatico e io non abbia alcuna intenzione di presentarmi alla prossima lezione con body e calze a rete, come richiesto, mi sono iscritta al corso di bourlesque. Secondo me evitando le giarrettiere e portando una torta, sarebbero tutti felici lo stesso.  

STRACCETTI DI POLLO AL PESTO DI ZUCCHINE

300 gr di pollo a fette

1 grande zucchina

60 gr di parmigiano

basilico

60 gr di robiola

olio di oliva, sale, pepe

1/2 spicchio di aglio

30 gr di pinoli

paprika dolce

scorza di limone

1 cucchiaio di zucchero di canna

Far bollire la zucchina e una volta che sarà diventata morbida frullarla insieme alla robiola, a mezzo spicchio di aglio e il basilico. Irrorare con l’olio e continuare a frullare, fino a che non si sarà ottenuta una crema morbida, lenta e omogenea. Condire con sale e pepe. Passare i pinoli in padella e farli leggermente abbrustolire.  Togliere i pinoli dalla padella e sistemarvi i filetti di pollo, ottenuti tagliando le fettine in striscioline sottili e regolari. Rigirare ogni strisciolina in modo che prenda colore e togliere dalla padella. Unire una parte della salsa al pollo e mescolare bene. Servire il pollo con la salsa restante accompagnata a parte e dopo averlo cosparso di paprika dolce e aver sparso i pinoli abbrustoliti su tutto il piatto di portata.


Annunci
This entry was posted in: Secondi

23 Comments

  1. No..aspetta…non ho capito: abbracciarsi davanti a uno specchio? apperò…bisogna essere dotati di un grosso ego per riuscirci! e poi: 20′ per guanto? io ci metto mezzo secondo a sfilarmi il calzino da casa coi gommini sotto: può andare bene lo stesso :-) ?

  2. Ora capisco mooooolto meglio perché il bourlesque non mi ha mai ispirato! E poi… ma quale uomo, se non pagante in uno spettacolo, ha voglia di stare 20′ ad aspettare che una si tolga un guanto?! O___O

    Gli straccetti di pollo, invece, mi ispirano assai… e quelli mi sa che in 20′ son bell’e che pronti ;)

  3. Ahah abbracciarsi davanti allo specchio è il massimo!!

    Brava per gli straccetti di pollo, devono essere deliziosi :)
    Buon fine settimana, a presto :**

  4. Non che con il basket potrei cavarmela tanto meglio ma decisamente il bourlesque NON fa per me! Sono sicura che riuscirei a conquistare qualcuno molto meglio con questi straccetti di pollo deliziosi che non impiegando 20 minuti a sfilarmi un guanto. Rob’a pazz’!!! Un bacione, buon we

  5. Anonimo says

    Geniale! Come ti è venuta quest’idea del bourlesque!. Confessa , confessa l’hai pensata per farci sbellicare più del solito . Comunque fossi in te non ci tornerei in quel covo di matte!
    Complimenti per questi straccetti, adoro la cucina facile e decorativa.
    buon wk.

  6. mi associo….mi sembra che ci siano modi molto più ortodossi e meno dispersivi per prendersi cura di se stesse e del proprio ego!ma aspetta un attimo…bisogna vedere quanto era lungo questo guanto….no no!hai fatto bene a lasciarla una lezione di provae a dedicarti a questi straccetti succulentissimi!!!!
    un bacione…Marika

  7. Ivana says

    Ivana

    Scusa l’anonimo, ho dimenticato la firmaaa!!!! Sono la solita distrattona e…poi lo sai ho poca confidenza con internet, più o meno come te con il bourlesque!
    Tua mami

  8. Il bourlesque lo lascio ad altre!!
    Questi straccetti li prendo subito!!!!
    Bellissime le foto!!!
    Un bacione!!!

  9. Sei davvero sorprendente! Simpatica e ironica!…e una cuochina con i fiocchi!
    Sai che questa ricetta è carinissima!?
    Ti auguro una serena domenica!
    Un bacio!

  10. Dunque… il burlesque? Mi ero ripromessa di capire cosa fosse su invito di una mia amica ad un suo spettacolo in quel di Colonia, che però ho poi purtroppo disertato (…ehm…più o meno volontariamente…), quindi cos’è m’è rimasto ancora tra le cose da capire, ma dai vedrai che arrivati alla lezione ancheggiamento sarà tutto un’altro andazzo :))!!! Per il resto, come te, sono una ferma sostenitrice della supremazia dello straccetto (di pollo ma che di altra origine animale) su ogni tipo di sfilamento di guanto!!
    Baci!

  11. Quanto avrei bisogno di un corso di burlesque!!! La mia femminilità rasenta livelli indecenti e la timidezza prevale sulla ragione ma va bene così, vado in cucina a fare un torta…vedi, non c’è verso!
    Sai sono proprio felice che il 15 Ottobre ci sarai e ho già in mente come farmi riconoscere, indosserò due guanti: uno giallo – quello dei piatti, che più mi si addice ;)) – e l’altro nero – alla Rita Hayworth, ovvero quanto mi piacerebbe! –
    A prestissimo, bacioni
    Sonia

  12. No scusa..hai detto burlesque???ma è fantastico!!credo che mi vergognerei anche io..ma nei film fanno dei balletti favolosi!! Eh beh…se alla fine fai il saggio io ti vengo a vedere e mi iscrivo!!! Ah..portagli la torta per dimostrare quanto tu volgia bene a tutte loro!

  13. Che carino il tuo blog! Lo scopro adesso. Guarda, io sto per iniziare il terzo anno di danza orientale e ogni tanto la nostra insegnante prova per gioco a farci fare delle coreografie che mescolano alcuni passi di burlesque: io mi sento molto scema, e non ce la faccio a fare certe smorfie e mossette! ma forse è solo questione di pratica e alla fine ci si diverte pure! mi piace anche la ricettina, te la copierò.

  14. ho visto anch’io i cartelli del corso di Burlesque in giro per le strade…si vede che va di moda! ;-)
    mi sono appuntata questa salsina! deve essere buonissima!

  15. Ma ciao ciccietta!
    Parto con la ricetta, che mi piace un sacco visto che adoro il pollo…mi sa che non posso fare altro che provarla!! ^_^
    Riguardo al burlesque, credo che mi sentirei anch’io troppo a disagio!E comunque sono convinta che ci sono tantissimi altri modi per dichiararsi l’amore per se stesse (o anche solo sapere di averlo..)! Quindi non ti abbattere!
    Il 15 Ottobre mi sa che passo, anche se mi sarebbe piaciuto molto conoscerti!!^_^
    Sarà per la prossima?!
    Buona settimana cara!

  16. Buonissimi gli straccetti di pollo, abbinati al pesto di zucchine poi!!!!
    Certo che abbracciarsi davanti allo specchio…ancora ancora se fossi da sola, ma in pubblico!! No dai!!!
    Buona giornata!!

  17. Io quando preparo un piatto che poi assaggio ed è venuto bene mi amo immensamente. E sono sicura che valga lo stesso anche per te. Quindi, altro che burlesque! :D

  18. Fantastica!ti sei iscritta a burlesche. Io non credo che ce la farei forse come te o non mi voglio troppo bene oppure mi sembra comunque un Pò esagerato!buoni anche gli straccetti,sicuramente da rifare!
    Buona serata!
    Susy

  19. Ragazze, seconda lezione di bourlesque stasera… non è così male, sapete?
    Oggi cercavano di insegnarci a camminare sui tacchi: non muovere le spalle, non muovere la testa, non muovere le braccia, non incrociare le gambe. Vabbè, stavo ferma….

    Grazie a tutte per i messaggini!
    Mari

  20. certo che lasciare un commento qui da te non è mica facile! Ci avevo già provato, ma senza successo! Finalmente ora ho capito…….
    Credo che il burlesque non farebbe assolutamente per me, mentre gli straccetti di pollo li trovo deliziosi! Un bacio e a presto

  21. 20 minuti per guanto?!?!? Accipicchia…
    Si, forse presentandosi con una torta al posto della giarrettiera sarebbero tutti contenti ugualmente!

  22. eh eh eh troppo forte, ma perché ti sei iscritta allora?! :D
    fai qualche prova a casa di fronte allo specchio
    ottimi gli straccetti di pollo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...