Antipasti
Lascia un commento

Romantica marmellata di fragole e peperoni rossi

Oggi non sono andata in ufficio per colpa di una forte sinusite, quindi dopo il dottore, ho deciso di consolarmi con uno spuntino a base di formaggio, accompagnato con la Marmellata di Fragole e Peperoni. Io la uso indifferentemente insieme a stuzzichini salati o torte e biscotti dolci. Ha un sapore molto particolare, ma per i palati coraggiosi e senza pregiudizi è di certa soddisfazione. 

Mentre assaporo e sporco la tastiera del pc, faccio le mie solite riflessioni quotidiane post trauma-da-separazione. Comincio ad abituarmi a stare sola nel mio appartamento, anche se gli attimi di sconforto ci sono ancora. Mi sta assalendo una ‘discreta’ rabbia nei confronti del vile, per tutte le sue malefatte e per non essere (mai) stato sincero con me. Che lui qualche dubbio lo covasse mi era noto, quello che non sapevo è che non avesse mai previsto il suo futuro con me (cito testualmente). C’è da chiedersi allora perché con me abbia deciso di spendere qualche anno (8) della sua vita. Mentre lui si macerava nell’indecisione, io avevo fatto tutti i miei progetti! Adesso sono sola perché i miei desideri dipendevano da quelli di un’altra persona, cosa che trovo di per stessa irresistibilmente romantica. Dicono che per stare insieme siano necessarie pazienza, voglia di superare gli ostacoli etc… questo può portare al punto di non vedere quando è il caso di chiudere una storia, invece di curarla con accanimento da crocerossina in guerra?  Come si riesce a capire quando è tempo di avere pazienza e quando è arrivato il momento di non averne più?  Negli anni la mia storia con il vile aveva trovato il modo di auto-giustificarsi, perché era diventata lunga e perché era stata travagliata: era romantica.

ROMANTICA MARMELLATA DI FRAGOLE E PEPERONI

700 gr di fragole

300 gr di peperoni rossi

700 gr di zucchero

1/2 limone

Pulire bene le fragole e i peperoni, asciugarli e ridurli in pezzetti. Porre in un tegame capiente e a bordi abbastanza alti. Accendere il fuoco ed aggiungere lo zucchero e il succo di limone. Lasciar cuocere a fuoco dolce e via, via eliminare la schiuma bianca che si forma in superficie con una schiumarola. I tempi possono variare, diciamo che occorreranno in tutto almeno 50 minuti. A metà cottura si può decidere di frullare il tutto e poi rimettere il passato a cuocere in un tegame pulito. Se si preferisce, invece, si potrà evitare questo passaggio per conservare i pezzettoni di frutta (e verdura) all’interno della marmellata. A cottura ultimata riempire dei barattoli sterilizzati (io li faccio bollire a lungo ed acquisto dei tappi nuovi ogni volta). Chiuderli molto bene e con forza e poi ribaltarli. Lasciar raffreddare e riporre in dispensa. Quando si fanno delle conserve, è buona norma pulire molto bene il luogo di lavoro, utilizzare strofinacci freschi di bucato e barattoli sterilizzati. Io cerco di fare così, ma quando preparo la marmellata la mia cucina diventa un campo di battaglia e ci vogliono dei giorni prima che io riesca a debellare gli schizzi appiccicosi dalle pareti e dal piano di lavoro.

Prossimamente vorrei provare a fare una marmellata di questo tipo, utilizzando però mele verdi e peperoni verdi. Forse è un po’ azzardato, ma l’idea mi ispira comunque. Chissà… 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...